La montagna degli dei

In Cammino lungo i sentieri del Monte Crispignano, da Panni ad Accadia

difficoltà alta
15,2 km
  • sterrato
  • asfalto
L’itinerario si sviluppa lungo il passo del Monte Crispignano da Panni ad Accadia. Si attraversa un sentiero di crinale e facendo tappa ai Santuari della Madonna del Bosco e della Madonna del Carmine, attraverso le Gole di Pietra Punta, si ammira il magnifico paesaggio dei Monti Dauni.

L’itinerario parte dalla suggestiva Torre di Panni. Si procede in direzione S-E verso via Bervellino e dopo aver attraversato il centro abitato si prosegue per circa 200 mt lungo via Fontana Nuova sino alla Strada Provinciale 121.

Giunti sulla strada provinciale 121, si svolta a dx per Via Filippo Turati e, dopo aver proseguito per circa 3 km e mezzo, si gira a sinistra fino al raggiungimento del Santuario della Madonna del Bosco.
Dal Santuaria si risale in direzione di Panni e si prosegue in direzione O per 1,61 km: qui si giunge ad un bivio e, svoltando a sinistra, si prosegue per 1,04 km fino all’ inversione verso Monte Crispignano.
Costeggiando il Monte, dopo circa 3 km, si arriva al Santuario della Madonna del Carmine, luogo di culto e di penitenza, in cui la Madonna apparve in una “spaccazza” del monte ad un giovane pastore alla fine del XIII secolo.

Dal Santuario si prosegue per circa 5 km in direzione O sino ai margini dell'abitato di Accadia, attraversando la valle del torrente Frugno.
Il torrente, che ha origine nella gola di Pietra di Punta, dà vita alle gole del Vallone di Fossa, scorrendo nel fitto bosco con vegetazione igrofila ripariale di pioppi e salici.
Si giunge così in contrada Santa Maria, sulla rotabile per Monteleone, in cui sono conservati i resti dell’antichissima Chiesa di S. Maria Maggiore o dei Teutoni che conserva epigrafi celate nella facciata e nella sua cripta.

Si riparte per circa 3 km in direzione S-E verso la Strada Provinciale 91ter sino a giungere in via borgo, cuore del Borgo di Accadia.